«Indietro

10.2018 Un nuovo schema per la interoperabilità

Giunge a conclusione il percorso di EURO-CAS, il progetto coordinato da European Institute for Biomedical Imaging Research e IHE-Europe, finanziato all'interno del programma HORIZON 2020. Il progetto, che vede la partecipazione di Arsenàl.IT in qualità di partner, è stato avviato a fine 2016 con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo dell’interoperabilità nell’ambito delle tecnologie e dei sistemi sanitari digitali a livello europeo. Mercoledì 21 novembre a Bruxelles si terrà la conferenza di chiusura dell’iniziativa, con la presentazione del Conformity Assessment Scheme for Europe (CASforEU) e un successivo dibattito incentrato sulle prospettive per la sua adozione e implementazione da parte degli Stati Membri, nonché sui vantaggi che ne deriveranno per tutti i soggetti coinvolti: professionisti e operatori sanitari, fornitori, istituzioni e, non ultimi, gli stessi pazienti. Regione del Veneto, rappresentata da Arsenàl.IT, sarà presente per condividere con la platea la propria esperienza nell’ambito del labeling e dell’interoperabilità.

Lo schema CASforEU (ne avevamo parlato l’ultima volta qui) è uno strumento che agevola la verifica del livello di interoperabilità garantito dalle soluzioni di sanità digitale, siano esse realizzate da aziende private o enti pubblici. In questo modo, la conformità di tali soluzioni agli standard e ai profili adottati internazionalmente è valutabile in maniera più semplice e immediata, con conseguente risparmio di risorse altrimenti necessarie per condurre l’attività di test (che spesso coinvolge più regioni o più Paesi).

Tutto ciò va inoltre a vantaggio dell’interscambio dei dati sanitari digitali, rendendoli disponibili agli operatori anche oltre confine e promuovendo, così, una assistenza sanitaria integrata e puntuale tramite un network tra i diversi sistemi e i diversi Stati Membri. In quest’ottica, le attività di labeling e testing dei software che Regione del Veneto e Consorzio Arsenàl.IT stanno portando avanti, rappresentano un tassello fondamentale verso una interoperabilità sempre più efficiente ed efficace: in questo contesto, infatti, saranno presenti tra i relatori alla conferenza di Bruxelles per esporre l’attività condotta nell’ambito del progetto Fascicolo Sanitario Elettronico regionale.

La registrazione alla conferenza è gratuita e aperta a tutti; clicca qui per registrarti.
Il programma preliminare della conferenza è consultabile a questo link.