10.2018 Al via il portale Sanità km zero Fascicolo

Si è concluso nei giorni scorsi il periodo di sperimentazione sull’utilizzo del portale Sanità km zero Fascicolo, nuovo strumento abilitato dal Fascicolo Sanitario Elettronico regionale grazie al quale i cittadini potranno avere a disposizione sempre e ovunque, in formato digitale, referti e documenti che riguardano la propria salute. Luogo della sperimentazione è stata l’ULSS 1 Dolomiti - territorio che ha già conosciuto in passato progetti sperimentali di sanità digitale. La soluzione, nei prossimi mesi, verrà progressivamente rilasciata su tutta la Regione del Veneto.

In cosa è consistita la sperimentazione? Alcuni operatori sono stati incaricati di raccogliere i consensi all’attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, step indispensabile all’utilizzo dei servizi Sanità km zero, nei punti prelievo di Feltre e Belluno. I momenti e le sedi non sono state scelte a caso: le persone che hanno attivato il Fascicolo hanno poi avuto la possibilità di visualizzare i referti degli esami da poco effettuati accedendo al loro profilo nel portale Sanità km zero Fascicolo. Inoltre, con il loro consenso, tali documenti saranno disponibili anche ai professionisti che li prenderanno in cura e verranno caricati - quando disponibili - anche documenti pregressi alla data di attivazione.

La sperimentazione ha portato dei buoni risultati. Oltre 1200 persone hanno rilasciato il consenso all’attivazione del Fascicolo, di cui il 98% ha registrato anche il proprio numero di cellulare e la propria mail, indispensabili per creare le credenziali (impostate dall’81% delle persone) ed accedere personalmente ai servizi Sanità km zero (accesso effettuato dal 61%). Qual è l’utente tipo del servizio? I cittadini che hanno rilasciato il consenso appartengono maggiormente alla fascia 35-65 anni, per il 57% di genere femminile, ma molti sono anche i genitori che attivano il Fascicolo per i propri figli minori: un’ottima scelta in prospettiva futura dato che, man mano che il figlio crescerà, verrà creata tutta la sua storia clinica in formato digitale e potrà personalmente disporne una volta maggiorenne.
Abbiamo poi chiesto agli utenti che avessero già provato il servizio come si fossero trovati. Tutti gli utenti si dichiarano soddisfatti (47% molto, 53% abbastanza) e ritengono che il servizio sia facile da usare (44% molto, 56% abbastanza). Inoltre il 95% consiglierebbe l'uso del servizio, ed il 65% ha intenzione di parlarne con amici e familiari.

Ricordiamo che dell’ecosistema dei servizi Sanità km zero fa parte anche l’app Sanità km zero Ricette, la soluzione mobile per gestire le proprie prescrizioni farmaceutiche in mobilità: nel momento in cui il medico prescrive un farmaco, è possibile passare a ritirarlo direttamente in farmacia senza promemoria cartaceo e, se d’accordo col medico, anche inoltrare allo stesso la richiesta di rinnovo di una ricetta.