- Back

11.2012 - Chiusi gli arruolamenti dei pazienti veneti nel progetto RENEWING HEALTH

Sono 3.308 i pazienti coinvolti nel progetto RENEWING HEALTH che sono stati arruolati nelle nove aziende ulss del Veneto che partecipano, insieme ad altre otto regioni d'Europa, al progetto europeo di valutazione su larga scala dei servizi di telemonitoraggio.

Si chiude così, grazie all'impegno e alla dedizione di oltre novanta professionisti (medici specialisti, MMG, professioni sanitarie, personale amministrativo e referenti per i distretti sociosanitari) di nove diverse aziende ULSS e ospedaliere socie, la prima importante fase del progetto che intende offrire un'occasione di miglioramento della qualità di vita dei pazienti affetti da patologie croniche, in particolare BPCO, diabete e scompenso cardiaco.

I pazienti che hanno dato disponibilità ad aderire al programma sono suddivisi in Clusters in base alla patologia dalla quale sono affetti. Il gruppo più numeroso è quello che appartiene al Cluster 8 dove sono raccolti 2.080 portatori di dispositivi impiantabili monitorati costantemente. Il Cluster 2 raccoglie 297 ultrasessantacinquenni affetti da diabete di tipo 2, mentre nel Cluster 5 sono state individuate 439 persone di età superiore ai 65 anni affette da BPCO grave e 339 nel Cluster 7 dove confluiscono anziani affetti da scompenso cardiaco che abbiano subito di recente un ricovero ospedaliero. Infine nel Cluster 10 i 154 pazienti affetti da almeno una delle tre patologie citate e da una patologia cronica aggiuntiva hanno come caratteristica una bassa autonomia nello svolgimento delle routine domestiche più banali.

E', quindi, evidente l'enorme mole di dati raccolti (e in via di raccolta) grazie all'arruolamento di un numero così cospicuo di pazienti che vengono costantemente monitorati rispetto a determinati parametri. Il monitoraggio dei dati clinici è gestito da Tesan a Vicenza (eccetto per 105 pazienti del Cluster 5  assistiti in ADI dalla ULSS 12 che ne gestisce  direttamente i parametri clinici), mentre i dati raccolti per la valutazione dei sistemi di telemonitoraggio sperimentati viene effettuata dal team di Arsenàl.IT. In attesa dell'avvio della loro elaborazione emerge che il profilo del paziente coinvolto nello studio ha in media quasi 79 anni e, in prevalenza, appartiene al genere maschile. Da sottolineare, al di là dei dati numerici, l'importante attività conclusasi con l'arruolamento che segna una fase fondamentale di coinvolgimento sia dei clinici che dei pazienti con l'obiettivo condiviso di modificare il sistema tradizionale di cura e trattamento delle cronicità, andando incontro in primis alle esigenze del paziente. Paziente cronico che, grazie alla presenza di dispositivi e al supporto costante degli specialisti e medici di medicina generale, dispone di notevoli opportunità per migliorare la propria qualità di vita a partire dalla riduzione di alcune piccole ansie quotidiane.